Fermato a 86 anni in Moto, l’esito del controllo è imprevedibile

È avvenuto a Perugia. Fermata dalla Polizia una Bmw R 1200 RS per un controllo, alla guida c’era un anziano di 86 anni: cosa è successo

Un normale controllo per un motociclista. La polizia lo ferma, ma l’esito è imprevedibile. E’ accaduto a Perugia. I poliziotti, nell’ambito dei normali controlli sul territorio, hanno fermato una moto di grossa cilindrata per visionarne i documenti. Si tratta di una Bmw R 1200 RS. Un mezzo sicuramente impegnativo e non facile da guidare.

Fermato a 86 anni in moto, l'esito del controllo è imprevedibile
Fermato a 86 anni in moto, l’esito del controllo è imprevedibile (Ansa)

In sella un signore sicuramente attempato, ma giovanile e arrembante. La grande sorpresa da parte degli agenti è arrivata quando hanno visionato la patente. La data di nascita del motociclista era, infatti, a dir poco inaspettata. 1936. L’uomo alla guida c’era un signore di ben 86 anni. Il signor Giampiero ama guidare la sua fiammante 1200RS Boxer. Una passione che non ha perso negli anni, e che non si è neanche attutita con il passare del tempo. L’uomo si è presentato alla polizia in forma ottimale, con tutti i documenti in regola. Anche la patente, ovviamente, era assolutamente regolamentare.

A 86 anni fermato in Moto per un controllo: l’esito è da non credere

Guidi l'Auto in questo modo: rischi una multa notevole, l'abitudine da evitare
(Ansa)

Nulla da dire. Il signore è stato simpatico con gli agenti e si è mostrato sicuro di sé e molto esperto di moto. Ne è nata una piacevole conversazione, che è finita in maniera a dir poco inaspettata. Gli agenti e l’anziano motociclista hanno fatto una foto ricordo insieme. Un simpatico selfie nato in maniera spontanea ed empatica, con i poliziotti che per qualche istante hanno derogato alla loro funzione per scattare un ricordo con un uomo che è un esempio di vitalità e di significato di cosa vuol dire aveva una passione vera.

Un amore che è stato immediatamente condiviso con i poliziotti, anche loro amanti delle due ruote. La chiacchierata è stata breve per via degli impegni degli agenti, ma in quei pochi attimi è nata una simpatia spontanea e un senso di profonda ammirazione nei confronti dell’anziano, che nonostante la sua età era in sella alla sua Bmw con l’entusiasmo di un giovanotto.