Valentino Rossi, una Moto unica per celebrarlo: l’omaggio di Yamaha

Yamaha rende omaggio a Valentino Rossi realizzando un Moto unica in suo onore.

Yamaha R1 GYTR VR46
(Yamaha media press)

E’ ormai giunto il momento dell’addio per Valentino Rossi che, dopo 26 anni da protagonista, lascia definitivamente le corse del Motomondiale. Tanti i successi conquistati durante la sua carriera, molti dei quali arrivati con la Yamaha, che lo ha voluto celebrare realizzando una R1 prodotta in esemplare unico, chiamata R1 GYTR VR46, svelata in occasione dell’evento “One More Lap” di EICMA 2021 dedicato al campione di Tavullia.

LEGGI ANCHE >>> Valentino Rossi, trattativa con un marchio top: “Sarebbe un sogno”

Le caratteristiche della Yamaha R1 omaggio a Valentino Rossi

Yamaha R1 GYTR VR46
(Yamaha media press)

La Yamaha R1 GYTR VR46 presenta alcune parti speciali derivate dall’esperienza degli ingegneri giapponesi nel campionato Superbike, vinto quest’anno dal pilota Yamaha Toprak Razgatlioglu. In particolare, le carene sono state realizzate in fibra di carbonio, che riveste altresì il telaio posteriore. Tra le altre modifiche troviamo quelle che riguardano serbatoio, ampliato fino a 22 litri di capacità massima, freni maggiorati e centralina elaborata. Da aggiungere alla lista di componenti sviluppate per le corse SBK, gli ammortizzatori e forcella Ohlins, uno specifico filtro dell’aria, impianto frenante Brembo, sensori e un cruscotto speciale con GPS.

Inoltre, per l’occasione, Yamaha ha attinto dal suo catalogo di componenti all’avanguardia GYTR (Genuine Yamaha Technology Racing), come l’acceleratore elettronico, la frizione anti-saltellamento, il kit del radiatore, lo scarico Akrapovich e il set di ruote Marchesini.

La livrea celebrativa, invece, è stata curata dal designer Aldo Drudi, autore delle grafiche dei caschi utilizzati in gara dal nove volte iridato. Nello specifico, gli esterni si presentano in tre colori diversi: celeste, blu (Yamaha) e giallo, il preferito di Rossi. Non mancano poi altri riferimenti alla leggenda MotoGP. Primo su tutti, l’iconico 46 all’anteriore che lo ha accompagnato in tutti questi anni di Gran Premi.